“Segreta Isola” – Estemporanea di pittura e di poesia en plein air

© Daniele Marucci - https://comcept.it

Prima Edizione 2017

Storia di una rinascita dopo la distruzione

C’è, sul lago di Como, un luogo molto particolare dove si può quasi toccare con mano il passato. È l’Isola Comacina, unica del lago di Como, inserita in uno splendido contesto ambientale, indiscussa protagonista della storia comasca in età romana e altomedievale come importante centro militare, politico e religioso. La sua posizione strategica ne fece un punto fortificato fin dal tardo impero romano; successivamente fu teatro di scontri, prima fra Longobardi e Bizantini e poi fra Comuni e Federico Barbarossa. Alleata di Milano contro i Comaschi, fu infatti da loro definitivamente devastata e data alle fiamme nel 1169. Chiese, abitazioni e fortificazioni furono distrutte, gli abitanti furono costretti alla fuga senza più speranza di ritorno, perseguitati da una terribile maledizione scagliata contro l’isola da un vescovo di Como. “… tu isola sarai maledetta nei secoli, perirà di morte violenta chiunque suonerà campane e cercherà di riportarvi la vita”. Da allora l’Isola decadde rapidamente in un processo di oblio e abbandono per secoli, fino al 1900, tempo della riscoperta. Passò sotto diverse proprietà, da quella vescovile a quella di un re belga, fino a divenire Ente Morale, Fondazione Isola Comacina, sotto la responsabilità dell’Accademia di Belle Arti di Brera. Nacque pian piano l’intento di salvaguardia della Comacina, e si delineò l’idea di farne una colonia per artisti, fu così che negli anni Trenta si costruirono, su progetto di Pietro Lingeri, tre Case per Artisti, testimonianza di architettura razionalista. L’interesse per l’Isola si riaccese inoltre grazie agli scavi condotti da Ugo Monneret de Villard e Luigi Mario Belloni, i quali portarono alla luce un patrimonio archeologico notevole tanto da collocarla tra le aree archeologiche più interessanti dell’Italia settentrionale per l’alto Medioevo.

Contestualmente negli anni ’50 si istituì il club “Amici dell’Isola” e il terzo presidente, “Cotoletta” al secolo Cav. Lino Nessi, decise intrepido di sfidare la maledizione, fondando e gestendo la prima Locanda della Comacina.

Da quel momento la vita tornò a rifiorire, artisti, poeti, pittori, scultori, personaggi del mondo dello spettacolo, della cultura e dello sport, fecero dell’isola una meta amata e sempre più frequentata. Alfred Hitchcock se ne innamorò al punto da sceglierla come sosta prediletta sul lago, fonte d’ispirazione per molti suoi film e gustosa pausa gastronomica sul terrazzo della Locanda.

Nel 2004 prese vita l’Accordo Quadro di Sviluppo Territoriale (AQST) “Magistri Comacini”, promosso da Regione Lombardia, con 21 enti sottoscrittori, tra cui la Provincia di Como, Fondazione Cariplo, Fondazione Isola Comacina e l’allora Comune di Ossuccio, oggi Tremezzina. Un progetto per la valorizzazione culturale del Lago di Como, ed in particolare dell’Isola, dalle grandi potenzialità. L’obiettivo assunto prevedeva la tutela dei beni archeologici e artistici, l’innalzamento della fruizione del sito attraverso attività di restauro conservativo, strumenti per la comprensione e la realizzazione dell’Antiquarium, raccolta museale. I notevoli interventi svolti hanno permesso oggi di collocare l’Isola tra le mete turistiche – culturali del Lario, inserendosi in un contesto territoriale dove è vivo l’intento di valorizzare una dimensione culturale capace di integrare l’ambiente naturale e il patrimonio artistico.

La storia dell’isola insegna che non esiste distruzione dalla quale non si possa rinascere, riconquistare la vita e il proprio posto nel mondo. Basta non perdere mai la memoria storica, insieme alla speranza, al coraggio e all’indomita volontà di lottare.

Da questa storia di rinascita prende spunto l’Evento benefico, con lo scopo di aiutare le popolazioni colpite dalla distruzione del terremoto del Centro Italia a ritrovare coraggio, speranza, volontà e mezzi, per ricostruire il futuro.


Dettagli dell’evento

Domenica 18 Giugno 2017 (in caso di maltempo, Domenica 2 Luglio) il Circolo Cultura e Arte di Como, con il patrocinio del Comune di Tremezzina, il sostegno della Fondazione Isola Comacina, dell’Associazione Promozione Isola Comacina, gestore della Raccolta Museale Antiquarium di Ossuccio, e la partecipazione dell’Associazione Culturale Isola Comacina e dell’Accademia di Belle Arti di Brera, organizza nell’ambito della Sagra di San Giovanni 2017, un evento artistico a scopo benefico per la raccolta di fondi da destinare alle popolazioni colpite dal terremoto nel centro Italia.

L’Evento principale consisterà in un’estemporanea di pittura e di poesia en plein air sull’Isola Comacina e sarà contornato da una visita ai luoghi dello spirito isolano, con la guida del presidente dell’Associazione Culturale Isola Comacina, Dott. Gianpaolo Bonini, la proiezione di un docufilm sul rapporto di Alfred Hitchcock con la Comacina e una rappresentazione del Teatro Clafunè, con animazioni destinate soprattutto ai più piccoli.

Tutti gli artisti che lo desiderano, pittori e poeti, sono invitati a partecipare all’estemporanea con la realizzazione di opere inedite ispirate dalle bellezze paesaggistiche, culturali e spirituali e alle vicende storiche dell’Isola Comacina e del suo Lago.

Sono stati identificati sull’isola alcuni luoghi dove i poeti sosteranno per dare luogo a performance di poesia interagendo con il pubblico presente, leggendo le proprie composizioni realizzate per l’occasione. I pittori sceglieranno liberamente un luogo dove dipingere e creare en plein air le loro opere.

Per partecipare è sufficiente inviare la richiesta al seguente indirizzo: info@circoloculturaearte.eu allegando, solo per chi non è già socio del Circolo Cultura e Arte, un breve curriculum vitae e alcune immagini dei propri lavori pittorici o testi poetici.

Venerdì 21 Aprile 2017 – Termine ultimo per l’iscrizione all’evento da parte degli artisti.

Per quanto riguarda le opere pittoriche potranno essere eseguite con qualunque tecnica su qualsiasi supporto. Unica limitazione, la misura del lato maggiore non potrà superare i 100 cm.

A fine giornata tutte le composizioni verranno riunite nel complesso medievale di Ospedaletto, all’esterno dell’Antiquarium, dove alcuni critici d’Arte dell’Accademia di Brera illustreranno al pubblico presente le opere realizzate sottolineandone la coerenza con lo spirito dell’Isola e la loro capacità di cogliere e trasmettere le emozioni provate durante la giornata.

Le opere realizzate durante l’estemporanea saranno esposte in una Mostra collettiva alla Villa Mainona, Museo del Paesaggio del Lago di Como in Tremezzo, da sabato 1 Luglio, data di inaugurazione dell’evento, a sabato 8 Luglio, (la mostra resterà chiusa lunedì 3 luglio), con i seguenti orari: da Mercoledì a Domenica 10-18, Martedì 9-12 e 15-18. Sabato 8 luglio alle ore 16, sarà organizzata un asta per la vendita delle opere rimaste.

Durante l’esposizione sarà possibile, da parte dei visitatori, acquistare le opere o fare una donazione.

L’intero importo delle donazioni e della vendita delle opere sarà devoluto in favore delle popolazioni recentemente colpite dal terremoto.

L’evento sarà documentato da un servizio fotografico sul luogo dell’estemporanea dal fotografo Matteo Malavasi ed è prevista la redazione di un Catalogo, in fase successiva, a testimonianza dell’evento.


Programma dell’evento

Domenica 18 Giugno 2017

  • Ore 9:30 – Ritrovo a Ospedaletto di Ossuccio, all’imbarco nei pressi dell’Antiquarium, in attesa dell’imbarco con servizio di traghetto gratuito, per gli artisti regolarmente iscritti all’evento e operatori. Agli organizzatori dell’evento e agli artisti sarà consegnato un badge identificativo dagli operatori museali.
  • Ore 10:00 – Trasferimento da Ossuccio per Isola Comacina e apertura biglietteria per accesso al Parco Isola Comacina da parte del pubblico, con servizio di traghetto.
    Gli artisti una volta entrati al parco potranno posizionarsi a loro scelta nei punti da loro individuati per creare le loro composizioni poetiche e pittoriche legate alle suggestioni storiche, paesaggistiche e spirituali dell’isola stessa.
    I poeti che desiderano recitare i loro componimenti o intrattenere con letture il pubblico, si posizioneranno in aree strategiche per garantire il loro ascolto da parte dei visitatori. I luoghi a loro dedicati sono: la cripta, il portico della chiesa di San Giovanni, il punto del Re del Belgio lungo il viale dei poeti e gli spazi vicini alle Case per Artisti.
  • Ore 10:30 – 16:30 – Proiezione no stop, presso il complesso dei SS. Faustino e Giovita del docufilm riguardante Alfred Hitchcock, realizzato da Simone Vailati.
  • Ore 11:00 – 12:30 – Visita guidata a cura del Presidente dell’Associazione Culturale Isola Comacina, Dr. Giampaolo Bonini. La visita si articolerà intorno ai luoghi dello spirito isolani, testimonianza di grande e fervida religiosità della pieve d’isola.
  • Ore 12:30 – “Dejeuner sur l’herbe“, ovvero pic-nic libero nei pressi della pianta della famosa inquadratura del primo film di Hitchcock girata sulla sommità dell’isola.
    Colazione al sacco, in alternativa sull’isola c’è un bar e una locanda che offrirà un pranzo a prezzo convenzionato.
  • Ore 15:00 – 16:00 – Narrazione Teatrale e intrattenimento dei più piccoli a cura del Teatro Clafuné con l’attrice e animatrice Claudia Fontana.
  • Ore 17:00 – Ultimo imbarco dall’Isola a Ossuccio (gli artisti portano le opere con loro). Premiazione e consegna delle composizioni all’esterno dell’Antiquarium di Ossuccio
  • Ore 18:00 – Conclusione dell’evento.

Sabato 1 luglio – sabato 8 luglio 2017

Mostra delle composizioni presso la Villa Mainona, Museo del Paesaggio del Lago di Como, con i seguenti orari:
da Martedì a Sabato dalle 10:00 alle 18:00
Domenica 9:00/12:00 15:00/18:00
Inaugurazione sabato 1 luglio, ore 17:00

Sabato 8 luglio 2017

  • Ore 16:00 – Asta di beneficenza

Arch. Doriam Battaglia e Albertina Nessi, Organizzatori e Curatori dell’Evento
Arch. Enrico Thanhoffer, Presidente del Circolo Cultura e Arte di Como.

Per informazioni: cell. +39 331 4552509



© 2011-2017 Isola Comacina - PI 03294920131 | +39 0344 56369 | Privacy Credits