Arte

Isola Comacina - Arte

La Comacina: un focolare dell’arte

Secondo il mito storiografico dei Magistri Comacini L’Isola Comacina fu il luogo d’origine dell’arte comacina, che confluendo nello stile lombardo, contribuì a generare il grande filone del Romanico. Il complesso dei SS. Faustino e Giovita presenta notevoli murature esterne in pietra squadrata, la cui costruzione è attribuita all’insuperata maestria degli artisti locali del XII secolo.

L’itinerario artistico sull’Isola risulta interessante per l’insolita presenza di due edifici sacri con doppia abside, caratteristica unica nel suo genere nell’area comasca: il complesso dei SS. Faustino e Giovita e l’Aula battesimale. Quest’ultima dimostra particolare valore anche per i resti del fonte battesimale la cui ubicazione risulta atipica. Il pavimento musivo presenta motivi naturalistici stilizzati, all’interno dei quali spicca la scritta BONDILAY. Raffinati affreschi a motivi geometrici lungo le pareti della doppia abside, databili tra il V e il IX secolo, costituiscono un unicum in tutto il territorio lariano.

La chiesa secentesca di S. Giovanni Battista presenta affreschi e stucchi databili tra il 1800 e il 1900, mentre l’altare è rivestito di un paliotto in marmo di Varenna intarsiato a scagliola.

Il percorso artistico si completa con la visita alle tre case per artisti, costruite dall’architetto Pietro Lingeri in stile razionalista nel 1940, riferendosi al modello della casa per vacanze di Le Corbusier. La massima funzionalità e la solida essenzialità, lontane dai decorativismi, si uniscono all’uso dei materiali locali, come la pietra di Moltrasio e il legno per lo più di castagno, rendendo i tre fabbricati perfettamente inseriti nel contesto naturalistico dell’Isola Comacina.

© 2011-2017 Isola Comacina - PI 03294920131 | +39 0344 56369 | Privacy Credits